Ambiente

La norma UNI EN ISO 14001 è lo standard per la certificazione di Sistema di Gestione Ambientale per le organizzazioni di tutte le dimensioni. Basata sulla metodologia PDCA –Plan, Do, Check, Act - fornisce un quadro sistematico per l’integrazione delle pratiche a protezione dell’ambiente.

Un’organizzazione che lavora rispettando l’ambiente dimostra una maggior competenza degli aspetti operativi e, certamente migliora la sua immagine e, soprattutto, la sua reputazione.

La capacità di gestire un’organizzazione rispettando contemporaneamente l’ambiente è un elemento di gestione del rischio operativo, compreso quello di violare delle normative ambientali.

Le principali modifiche dell’edizione 2015 della norma UNI EN ISO 14001 sono:

  • il riferimento alla HLS, High Level Structure, cioè ad una struttura comune ad altri schemi di certificazione
  • il concetto di Risk Based Thinking come criterio per definire le caratteristiche specifiche di ogni sistema di gestione

Il periodo di transizione della certificazione all’edizione 2015 è di36 mesi dalla data di pubblicazione della versione finale e terminerà a settembre 2018 quando tutte le certificazioni rilasciate ai sensi della UNI EN ISO 14001:2008 non saranno più valide.

1 - Certificazione di sistema UNI EN ISO 14001:2015 – Sistema di gestione ambientale

Cos’è

E’ l’assicurazione scritta, rilasciata da una parte terza come un ente di certificazione, che garantisce la conformità del sistema di gestione ambientale alla norma internazionale UNI EN ISO 14001:2015.

Chi si può certificare

La norma UNI EN ISO 14001 che descrive il sistema di gestione ambientale si applica a tutte le organizzazioni indipendentemente dal tipo, dal prodotto o servizio e dalla loro dimensione.

Obiettivo

  • Avere a disposizione un strumento per la gestione dell’impatto ambientale generato dalle attività dell’azienda
  • Costruire un modello organizzativo: individuando i processi critici per l’ambiente e pianificandone la gestione orientata al miglioramento dell’impatto ambientale.

Vantaggi

  • Supportare l’organizzazione nell’adempimento dei propri obblighi di conformità legislativa verso l’ambiente
  • Proteggere l’ambiente mediante la prevenzione o mitigazione di impatti ambientali negativi
  • Migliorare le prestazioni ambientali
  • Comunicare informazioni ambientali alle parti interessate rilevanti
  • Raggiungere benefici finanziari e operativi

Come si fa

  • Audit di conformità legislativa, prerequisito per l’applicazione di un sistema di gestione ambientale
  • Audit dell’esistente in termini documentali e di competenza
  • A partire dalle attività descritte nel campo di applicazione, effettuazione di un’analisi dei rischi e degli aspetti ambientali presenti
  • Redazione della politica ambientale e degli obiettivi conseguenti
  • Preparazione delle procedure e delle istruzioni di lavoro per il controllo dei rischi emersi e degli aspetti ambientali risultati significativi e per la gestione delle emergenzeApplicazione pratica del sistema di gestione ambientale con l’accurata registrazione delle attività
  • Attività di sorveglianza, monitoraggio e reporting

 Le principali differenze con l'edizione ISO14001:2004

  • la struttura della norma segue il nuovo indice della HLS, articolato in 10 capitoli e comune a tutte le future norme di sistema oltre all’attuale UNI EN ISO 9001:2015. E’ la HLS High Level Structure.
  • prestazioni ambientali: si esplicita chiaramente come, tra i risultati del sistema di gestione debba essere compreso l'accrescimento delle prestazione ambientali dell'organizzazione.
  • Il contesto dell'organizzazione, è una novità assoluta e fondamentale, introdotta dalla HLS per tutti i Sistemi di Gestione: l'organizzazione deve analizzare i fattori che incidono sulla sua capacità di ottenere quanto stabilito. I fattori comprendono le condizioni ambientali e le loro variazioni, ma anche il contesto tecnologico, finanziario, politico, sociale, ecc. 
  • Enfasi sulla leadership
  • Rischi e opportunità: anche questa è una novità importante e comune a tutti i sistemi di gestione.
    L'organizzazione deve determinare quali rischi ed opportunità  devono essere affrontati per ottenere i risultati attesi. Rischi e opportunità devono essere considerati nella scelta degli obiettivi ambientali.
  • La prospettiva del ciclo di vita: non proprio una Life Cycle Analysis secondo le norme della famiglia ISO14040, ma un’analisi specifica di questi aspetti.
  • Comunicazione: l'organizzazione deve definire un processo di comunicazione interna ed esterna.

COSMETICI FORMAZIONE